chi mi ama mi segua

sabato 8 ottobre 2011

Ostriche gratinate in salsa di champignon


Questa ricetta esprime un po' quello che e' il mio amore per le ostriche francesi,dal sapore cosi' raffinato e delicato;buone mangiate crude,con una semplice spruzzata di limone sopra;ottime se impiegate in qualche preparazione deliziosa e nuova (per me almeno)! Qualcuno pensera',"si ma la morte sua,de l'ostrica e' cruda con il limone",in realta' ,fino a qualche tempo fa lo pensavo anch'io, fino a quando non ho comprato uno dei libri di Laura Rangoni da cui ho preso spunto per questa ricetta!
.Il libro in questione e' Peccati di Gola che ho trovato davvero illuminante;ci sono ben 300 ricette ghiotte,ghiotte provenienti dall'immenso archivio dell'autrice e che lei regala al pubblico come forma di cultura gastronomica personale.Ho trovato fondamentale ed interessantissima l'introduzione dove c'e' un'excursus culinario-gastronomico che davvero ogni foodies dovrebbe leggere!
In realta' ho cominciato a pensare alle ostriche come un'ingrediente,e non solo come una dolce crudite' da gustare con lo champagne o con un'italianissima bollicina per i piu' tradizionalisti, ad inizio pasto,quando in una trasmissione di cucina,un concorrente ha realizzato un piatto di cozze con il gorgonzola,e a quel punto,quasi come un'illuminazione mi sono venute in mente le ostriche.Spulciando tra le pagine del ricettario ghiotto della Rangoni ho trovato una ricetta niente male,ho cambiato qualche ingrediente ed il risultato e' stato davvero ottimo!



Ingredienti:
-6 ostriche ben pulite
-100g di funghi champignon
-30g di burro -uno scalogno piccolo
-100ml di panna Gran Cucina ai funghi
-olio evo
-sale e pepe q.b.
Preparazione:
Aprite le ostriche facendo molta attenzione,con l'apposito attrezzo e tenendo da parte l'acqua che ne esce fuori.Togliere dal guscio le valve e metterle da parte.
Soffriggere lo scalogno tagliato a cubettini nell'olio evo e nel burro fino a che non si colora perbene.
Aggiungere i funghi e salarli in modo che rilascino l'acqua.
Aggiungere poi la panna aromatizzata e l'acqua filtrata delle ostriche quindi salare poco,pepare e far andare finche' la salsa non si riduce un po'.
Intanto sistemiamo sul fondo di in una teglia del sale grosso e vi adageremo i gusci delle ostriche,in modo tale che
saranno piu' stabili.Adagiamo su ogniuno dei sei gusci un'ostrica,un po di salsa ai funghi e cospargiamo di pan grattato.Mettiamo in forno caldo a 250° giusto il tempo di una veloce gratinatura in modo tale da non compromettere il gusto e la delicatezza dell'ostrica.Potremo poi servire il piatto caldo,magari accompagnato con dell'ottimo champagne oppure con prosecco Doc Valdobiadene,che secondo me, con il suo gusto secco e le sue bolllicine leggere e piacevoli ci sta' anche meglio.
Forchette Rivadossi
Si dice che le ostriche siano un piatto afrodisiaco,bhe' di sicuro con un prosecco giusto si! A parte gli scherzi davvero le adoro,da poco le cucino ,ma di solito le ho sempre mangiate crude soprattutto quando ho voglia di sentire il mare vicino a me;il loro gusto cosi' delicato e caratteristico me o fa venire in mente all'istante!


Forchette Rivadossi
La cottura breve di questa preparazione intacca il meno possibile il gusto dell'ostrica che rimane quasi cruda e mantiene la sua freschezza;la crema di funghi gli conferisce quella morbidezza di cui ha bisogno.Se avessi avuto funghi porcini freschi li avrei utilizzati nella ricetta,in quanto il loro sapore intenso avrebbe conferito all'ostrica una marcia di sapore in piu'!
Allora non mi rimane che dirvi "Cin-cin"a tutti!

 Questa ricetta partecipa al contest di La Ricetta della Felicita'